NF 12/2018 - Human Resources & Labour

Il 30 ottobre 2018 si è tenuto il 20° Forum Lavoro e Fiscale, organizzato dalla Fondazione Studi dei Consulenti del Lavoro.

Durante l’incontro gli esperti della Fondazione hanno fornito chiarimenti operativi in merito alle principali novità introdotte dalla legge n. 96/2018, che ha convertito il D.L. n. 87/2018 (c.d. decreto “Dignità”).

Si sintetizzano di seguito alcune risposte.

Ambito oggettivo

I contratti a tempo determinato interessati dalle nuove disposizioni sono quelli stipulati successivamente al 14 luglio 2018, data di entrata in vigore del D.L..
Le disposizioni si applicano altresì ai rinnovi e alle proroghe contrattuali occorse successivamente al 31 ottobre 2018.

Regime transitorio

Il nuovo limite del 30%, che considera contratti a termine e in somministrazione a tempo determinato, non prevede regimi transitori.

Pertanto i contratti in essere alla data del 12 agosto 2018 proseguono fino alla loro naturale scadenza, anche se in eccesso rispetto al limite legale.

Lavoratori stagionali

I datori di lavoro possono utilizzare la somministrazione a tempo determinato per i lavori stagionali.

Tali contratti rientrano tuttavia nel calcolo dei limiti quantitativi del 30%, a differenza dei contratti a termine stagionali.

Calcolo organico

Per determinare ai fini di legge la forza aziendale assunta a tempo indeterminato si deve fare riferimento al semestre che va dall’ottavo al terzo mese antecedente la data dello svolgimento della prestazione lavorativa occasionale.

Non essendo intervenute specifiche novità normative in materia, rimangono valide le istruzioni fornite dall’INPS con la circolare n. 107/2017.

Alla luce dell’ampia portata del provvedimento, si invitano i clienti interessati a prendere contatto con i nostri professionisti per gli opportuni approfondimenti.