Crisi da sovraindebitamento

Codice della crisi e dell’insolvenza

Gabriele Felici Gabriele Felici

Il decreto legislativo n. 14 del 12 gennaio 2019 recante il “Codice della crisi e dell’insolvenza” importa integralmente nel nuovo codice le procedure di sovraindebitamento di cui alla legge n.3 del 2012, inserendo novità non solo nominali ma anche sostanziali nella relativa disciplina.

 Il 14 febbraio 2019 è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza in attuazione della legge 19 ottobre 2017, n.155 (D.Lgs. n.14 del 2019). Tale nuovo codice (di seguito, anche, CCII) costituisce l’approdo di un lungo iter riformatore della legge fallimentare, il cui inizio può farsi risalire ai primi interventi del 2005 e 2006, e che si è concluso con i lavori della c.d. “Commissione Rordorf” di cui allo schema di legge delega per la riforma delle procedure concorsuali.

In estrema sintesi, rappresenta un profondo mutamento dell’intero approccio alla crisi dell’impresa e del consumatore, andando quindi a riformare le procedure concorsuali di cui al regio decreto 16 marzo 1942, n.267, e comprendendo, con modificazioni, quelle introdotte dalla disciplina sulla composizione delle crisi da sovraindebitamento di cui alla legge 27 gennaio 2012, n.3