Il parere dell'esperto

La vendita diretta

Gabriele Labombarda Gabriele Labombarda

La vendita diretta in Italia è un settore in continua crescita: nel 2019 ha ottenuto un incremento record del 51% in termini di quantità di prodotti distribuiti dalle 265 società attive. La vendita diretta cresce sempre di più anche e soprattutto grazie alla dedizione quotidiana della figura centrale in questo mercato, ovvero quella dell’incaricato alla vendita diretta a domicilio. Il binomio esistente tra società ed incaricato alle vendite definisce il successo di una iniziativa di vendita diretta. La base è avere un buon prodotto, riconoscibile e appetibile sul mercato.

Un prodotto da solo, tuttavia, non è sufficiente a dare buon esito ad una iniziativa di network marketing. Come dice la parola stessa, network appunto, occorrono persone che abbiano spiccate doti relazionali, le quali, una volta poste al servizio della società e del prodotto da commercializzare, da un lato, della gestione di una organizzazione commerciale costituta da incaricati, dall’altro, possano dare luogo a sinergie eccezionali.

Un buon incaricato non solo è in grado di sottolineare le virtù di un prodotto, ma anche di consigliare la società incaricante su come modificare quel prodotto per renderlo adatto, o ancor più adatto, al mercato di riferimento, fornire suggerimenti su quali altri prodotti commercializzare, sulle politiche di marketing da adottare, etc. Un buon incaricato, soprattutto, è in grado di organizzare al meglio il lavoro di una organizzazione complessa fatta da individui, i quali, ove opportunamente stimolati, ognuno secondo le proprie caratteristiche e aspirazioni, agiscono in modo coordinato per raggiungere un obiettivo comune.

Quando le due capacità si incontrano, si riscontra un caso di successo. Tuttavia, quello della vendita diretta è anche un mercato insidioso, che risente ancora della diffidenza causata da aziende che, in passato, hanno operato avvalendosi di meccanismi fraudolenti riconducibili al concetto di vendita piramidale.