• Riduzione tariffe INAIL: decreto interministeriale

NF 3/2019 - HR & Labour

Il 27 febbraio 2019 i Ministeri del Lavoro e dell’Economia hanno approvato il decreto che dispone la riduzione delle tariffe INAIL per le imprese.

Le tariffe, che le aziende sono obbligate a pagare per assicurare i propri dipendenti contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali, sono state ridotte in media del 32%, generando un risparmio complessivo per il sistema produttivo di circa 1,7 miliardi di euro in tre anni.

La revisione delle tariffe dei premi, in vigore dallo scorso 1° gennaio come stabilito dalla Legge di Bilancio 2019, ha riguardato in particolare l’aggiornamento del nomenclatore, il ricalcolo dei tassi medi e il meccanismo di oscillazione del tasso per andamento infortunistico. Nella nuova formulazione il nomenclatore tariffario, che attribuisce ai vari tipi di attività tassi differenziati in funzione dello specifico rischio lavorativo, è stato reso più aderente agli attuali fattori di rischio.

Introdotte tra l’altro una nuova voce di tariffa per le attività legate alla produzione di nanomateriali e voci relative all’intero ciclo dei rifiuti, nonché l’attività di consegna merci svolte in ambito urbano con l’ausilio di veicoli a due ruote o assimilabili dai cosiddetti “rider”.

Le voci tariffarie sono passate da 739 a meno di 595, con una cancellazione di quelle ritenute ormai obsolete.

Per la determinazione dei tassi medi nazionali, calcolati per ciascun tipo di lavorazione, sono stati presi in considerazione i dati relativi all’andamento infortunistico e tecnopatico nel triennio 2013-2015 (quelli precedenti facevano riferimento al triennio 1995-1997) e le retribuzioni soggette a contribuzione di competenza nello stesso periodo.

Il risultato è il taglio del 32,72% dei tassi medi per le aziende, dal 26,53 per mille del 2000 al 17,85 per mille.

Confermata infine la riduzione del premio per gli interventi di prevenzione, volti al miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza in ambito aziendale.

Rinnovato l’impegno per il sostegno dei progetti di investimento e formazione in materia di salute e sicurezza sul lavoro, previsti dal D.Lgs. n. 81/2008, in linea con le risorse mediamente erogate nell’ultimo quinquennio.

Scarica le Notizie Flash di marzo 2019 (PDF) [1068 kb]