Financial Statements

Riporto delle perdite per le imprese minori

Il legislatore è intervenuto con una modifica al regime di riporto delle perdite fiscali dei soggetti IRPEF con l’obiettivo di superare il diverso trattamento delle perdite prodotte dalle imprese in regime di contabilità semplificata e delle perdite prodotte dalle imprese in regime di contabilità ordinaria.

La modifica introdotta ha, da un lato, equiparato la disciplina delle perdite delle imprese IRPEF nei due regimi contabili sopracitati e, dall’altro, previsto la riportabilità illimitata nel tempo delle perdite fiscali, che possono essere scomputate dai redditi d’impresa dei periodi d’imposta successivi nei limiti dell’80%, salvo che si tratti di perdite realizzate nei primi tre periodi d’imposta e riferite a una nuova attività produttiva.

 

Con la Legge di bilancio 2019, e precisamente con i commi da 23 a 26 dell’art. 1 della Legge 30 dicembre 2018, n. 145 è stato modificato il vigente regime fiscale in tema di riporto delle perdite da parte dei contribuenti soggetti IRPEF d’impresa (sia imprese individuali che società di persone) a prescindere dal regime contabile da essi adottato, avvicinando il regime fiscale delle perdite IRPEF a quanto stabilito in materia per i soggetti IRES.

In particolare, fino all’anno di imposta 2017 le perdite che i soggetti IRPEF conseguivano nell’esercizio di imprese in contabilità semplificata, scontavano un trattamento differente rispetto alle perdite che essi conseguivano nell’esercizio di imprese in contabilità ordinaria. La novella legislativa ha uniformato entrambe le fattispecie sulla base del regime delle imprese in contabilità ordinaria.

 

Per ulteriori informazioni, contatta Gianluca Lacidogna e Luca Montessori.