Comunicato stampa

Grant Thornton Italia sbarca negli USA

New York, 4 dicembre 2019 – Nell'ambito del più ampio progetto di rafforzamento e di sviluppo della propria rete di business, Grant Thornton Italia ha inaugurato oggi a New York l’Italian Business Group, il suo primo desk negli Stati Uniti. Gli uffici si trovano a Manhattan presso la sede di Grant Thornton US, al quarto piano di un edificio in zona Midtown sulla 757 Third Avenue.

 “Si tratta – dichiara Alessandro Dragonetti, Head of Tax di Grant Thornton da New York - “di un vero e proprio italian desk, ponte lato business tra l’Italia e gli Stati Uniti. La visione e la missione dell’iniziativa sono parte di un più complesso progetto che ci vede proiettati a rafforzare la nostra capacità d'intervento e di connessione tra Italia e USA”. 

All’inagurazione di oggi, oltre ad Alessandro Dragonetti era presente Luciano Centanni, Partner Grant Thornton US e Director of International Business Center for Europe, the Middle East and Africa.

 “Avendo già in corso da anni rapporti di collaborazione con numerose imprese con interessi negli Stati Uniti - spiega meglio Alessandro Dragonetti - abbiamo deciso di accellerare la nostra scelta, volendo rappresentare un ponte fattivo e stabile tra i due Stati. Da oggi le imprese e i Gruppi che hanno commerciali tra i due Stati troveranno nell’Italian Business Group un centro di supporto nonché di consulenza, anche propositiva”.

In particolare, tra gli obiettivi dell’apertura del nuovo desk, che potrà contare oltre che su professionisti locali anche sul supporto di Grant Thornton Italia, ci sono quello di facilitare il contatto e l’assistenza alle società italiane con interessi in USA e di quelle USA con interessi in Italia, offrendo un riferimento in loco in grado di comprendere le esigenze delle due tipologie interessate (inbound & outbound), nonché quello di segnalare opportunità da cogliere per crescere. In sostanza non solo un help desk ma, soprattutto, propositive and proactive desk. 

Carlotta Benedet, direttore responsabile dell’Italian Business Group precisa: “Con il nuovo desk ci rivolgiamo alle multinazionali italiane e americane, alle PMI italiane, ai private clients (italiani e americani) e agli italiani residenti in loco. A livello di settori seguiremo con interesse e a 360° tutti i segmenti di mercato ma con un focus particolare sul settore finanziario, tecnologico e sull’energy.

Tra i servizi che possiamo offrire alle imprese in primo piano ci sono quelli di indirizzo, coordinamento e assistenza in ambito fiscale, nell’advisory e nell’audit. E quindi una ampia valutazione delle implicazioni, delle criticità, delle opportunità e dei vantaggi connessi alle impostazioni adottate nei due mercati, dall’apertura - anche attraverso JV e/o acquisizioni - di business in Italia o negli Stati Uniti,  all’assistenza nell’avvio di business in Italia o negli USA.”

“Se si considera che ad oggi risultano 5.618 società statunitensi con soci qualificati italiani (di cui 279 con sede a NY) e  2.227 società italiane con soci qualificati statunitensi (di cui 256 con sede a NY) appare chiaro come per un network attivo nella consulenza integrata sia vitale offrire un servizio specifico e accurato rivolto alle imprese ed ai Gruppi con interessi cross-country tra i due Stati. In aggiunta a questo cluster si segnala altresì l’importanza del business relativo al mondo della clientela private.”

 

Rassegna stampa

Il Sole 24 Ore

La mia finanza

9 Colonne

Milano Finanza

Milano Finanza

Corriere del Web

TGCOM 24

Ildenaro.it

Financecommunity.it