man with tablet
Contents

Servizi bancari

ABI: aumenta utilizzo dei canali digitali e si rafforza l’impegno delle banche contro i crimini informatici

Nel decimo Rapporto annuale realizzato da ABI Lab, si fa il punto sullo sviluppo e sulle potenzialità del Digital Banking. Emerge che per le banche intervistate i clienti attivi su Mobile sono cresciuti del 15% nel 2020. In crescita del 56% anche il volume totale delle operazioni dispositive su Mobile Banking: tra queste, bonifici e giroconti +72%, rispettivamente +31% per il Mobile e +14% per l’Internet Banking.

Lo studio sottolinea, sia per le app di Mobile Banking che per i portali di Internet Banking, una forte attenzione per le funzionalità legate ai Pagamenti. Sempre più banche offrono servizi basati su piattaforme API (Application Programming Interface), in particolare finalizzate al servizio di aggregazione conti.

Aggiornamento n. 35 del 30 giugno 2021 della Circolare n. 285 del 17 dicembre 2013

Pubblicata dalla Banca d'Italia la Tavola di resoconto alla consultazione in materia di governo societario delle banche e dei gruppi bancari, nella quale si fornisce risposta alle osservazioni riguardanti le parti della disciplina oggetto di modifica e alle richieste di chiarimento.

Documento di consultazione sulla ritenzione del rischio connesso alle cartolarizzazioni

La consultazione dell'EBA sui nuovi RTS ha l'obiettivo di chiarire i requisiti relativi alla ritenzione del rischio legato alle cartolarizzazioni. Gli RTS includono anche una serie di nuove disposizioni, come:

  • Specificare le modalità di ritenzione del rischio nelle cartolarizzazioni tradizionali di NPE
  • Specificare i requisiti dei servicer che agiscono come fermi in tali cartolarizzazioni di NPE

Indirizzano infine gli impatti delle commissioni dovute all’intermediario sulla ritenzione del rischio, sulla ritenzione del rischio nelle ricartolarizzazioni o nelle cartolarizzazioni di strumenti di debito di propria emissione. La consultazione è aperta fino al 30 settembre 2021.

Linee guida dell’EBA sui criteri relativi all’accuratezza, all’adeguatezza, alla frequenza di aggiornamento e alla completezza degli input di dati utilizzati dagli enti per i loro fattori di rischio

L'approccio basato sui modelli interni alternativi è una delle novità introdotte dal CRR rivisto. Attraverso tale approccio si vogliono catturare i rischi di mercato tenendo conto dei rischi di coda, del rischio di illiquidità del mercato e del rischio di insolvenza attraverso la somma di tre componenti:

  1. la misura del rischio di deficit atteso (ES), che determina i requisiti patrimoniali per quei fattori di rischio per i quali un sufficiente è disponibile una quantità di dati osservabili (fattori di rischio modellabili);
  2. la misura di rischio dello scenario di stress per i fattori di rischio con dati osservabili limitati (fattori di rischio non modellabili);
  3. il requisito di fondi propri per il rischio di insolvenza associato alle posizioni creditizie e azionarie.

Le nuove Linee Guida dell'EBA, applicabili dal 1° gennaio 2022.

La BCE ha deciso di non estendere la raccomandazione sui dividendi oltre settembre 2021

La Banca Centrale europea (BCE) ha deciso di non estendere oltre settembre 2021 la propria raccomandazione rivolta a tutte le banche di limitare i dividendi. Le autorità di vigilanza riprenderanno invece a valutare i piani patrimoniali e di distribuzione dei dividendi di ciascuna banca nell’ambito del regolare processo prudenziale.

Revised Decision on the Use of Unsolicited Credit Assessments

Il documento dell'EBA stabilisce che gli enti possono utilizzare valutazioni creditizie non richieste di una ECAI per determinare i propri requisiti patrimoniali solo se EBA confermi che tali rating non richiesti non differiscano in termini di qualità dai rating sollecitati della stessa ECAI.

Segnalazioni di vigilanza prudenziali (CoRep) degli intermediari finanziari iscritti all’albo di cui all’art. 106 TUB

La comunicazione della Banca d'Italia chiarisce il quadro normativo segnaletico applicabile agli intermediari finanziari iscritti all'albo ex-106 con riguardo a:

  • esposizioni verso le cartolarizzazioni
  • fondi propri
  • esposizioni verso organismi di investimento collettivo (OIC)
  • trasmissione alla Banca d'Italia, entro il 30 giugno 2021, delle informazioni relative all’ammontare e al trattamento prudenziale applicato alle singole esposizioni verso OIC detenute al 24 dicembre 2020 e ancora presenti nel portafoglio dell’intermediario che beneficiano del trattamento transitorio introdotto

Consultazione su RTS per l’identificazione dei soggetti dello shadow banking

EBA ha avviato una consultazione pubblica sui progetti di standard tecnici di regolamentazione (RTS) che fissano i criteri per l’identificazione dei soggetti dello shadow banking ai fini della segnalazione dei grandi rischi.

Sono identificati come soggetti dello shadow banking i soggetti che offrono servizi bancari e svolgono attività bancaria come definito nel progetto di RTS ma non sono regolamentati e non sono sottoposti a vigilanza in conformità a nessuno degli atti che costituiscono il quadro regolamentato.

La consultazione durerà fino al 26 ottobre 2021.

Raccomandazione della Banca d’Italia sulla distribuzione di dividendi e sulle politiche di remunerazione variabile delle banche che abroga la Raccomandazione del 16 dicembre 2020

Le ultime proiezioni macroeconomiche indicano segnali di miglioramento dell’economia consentendo, in coerenza con quanto deciso della BCE per le banche significative di tornare ai criteri di valutazione del capitale e dei piani di distribuzione dei dividendi e di riacquisto di azioni da parte delle banche nell’ambito dell’ordinario processo SREP.

Per le banche meno significative sarà invece necessario mantenere un approccio prudente nel decidere le politiche distributive e di riacquisto di azioni.


Servizi di investimento

Avviso in merito agli Orientamenti emanati dall’ESMA in materia di esternalizzazione a fornitori di servizi cloud

L'ESMA ha pubblicato i propri orientamenti in materia di accordi di outsourcing con fornitori di servizi cloud. Tali Orientamenti si applicano a partire dal 31 luglio 2021.

Avviso in merito al recepimento degli Orientamenti emanati dall’ESMA su alcuni aspetti dei requisiti della MiFID II relativi alla funzione di controllo di conformità alle norme

Gli intermediari sottoposti alla vigilanza della Consob sono tenuti a rispettare i nuovi indirizzi interpretativi resi dall’ESMA sulla funzione di controllo della conformità a partire dalla data del 7 giugno 2021, in sostituzione dei precedenti.

Comunicato stampa del Consiglio dei Ministri n. 29

Il Consiglio dei Ministri ha approvato, in esame preliminare, un decreto riguardante la distribuzione transfrontaliera degli organismi d’investimento collettivo attraverso il quale viene specificato che la pre-commercializzazione non costituisce offerta al pubblico.

Linee guida ESMA in consultazione sulla comunicazione non immediata di informazioni privilegiate

ESMA ha pubblicato un documento di consultazione che rivede le Linee guida sulla comunicazione non immediata di informazioni privilegiate ai sensi del Regolamento sugli abusi di mercato (MAR). Le Linee Guida dovranno definire un elenco di interessi legittimi degli emittenti che potrebbero essere pregiudicati dalla divulgazione immediata di informazioni privilegiate.

Consultazione dell’ESMA sui requisiti di trasparenza ai sensi della MiFIR

ESMA ha avviato una Consultazione sulla revisione degli standard tecnici di regolamentazione RTS 1 (equity trasparency) e RTS 2 (non-equity trasparency) sui requisiti di trasparenza ai sensi del Regolamento sugli strumenti finanziari (MiFIR). I feedback potranno essere inviati entro il 1° ottobre 2021.

Documento di consultazione EBA sulla metodologia di applicazione del principio di proporzionalità a enti creditizi e imprese di investimento

EBA ha pubblicato il Documento di consultazione dal titolo “Discussion paper on proportionality assessment methodology”. Il suo obiettivo è standardizzare la metodologia di applicazione del principio di proporzionalità per gli enti creditizi e imprese di investimento.

Sono definite 4 diverse tipologie di classificazione (dimensione/attività/rilevanza sistemica, modello di business, dimensione/complessità per gli istituti di credito, modello di business per le imprese di investimento). La consultazione durerà fino al 22 ottobre 2021.

Documento di consultazione ESMA sul reporting in ambito EMIR

Il documento di consultazione dell'ESMA include proposte di Linee guida su un’ampia gamma di argomenti relativi alla segnalazione, alla qualità dei dati e all’accesso ai dati nell’ambito di EMIR Refit. Eventuali commenti andranno inviati entro il 30 settembre prossimo.

ESMA ha pubblicato i risultati del Common Supervisory Action (CSA) svolto sull'applicazione dei requisiti di idoneità dettati dalla MIFID II

Carenze e aree di miglioramento sono state evidenziate con riguardo ad alcuni dei nuovi requisiti introdotti dalla MiFID II, in particolare l’obbligo di considerare il costo e la complessità di prodotti equivalenti, i costi ed i benefici del cambio di investimento e le relazioni di idoneità.

Consultazione ESMA sui requisiti di remunerazione in coerenza con la MiFID II

ESMA ha pubblicato un documento di consultazione circa le Linee Guida circa alcuni aspetti relativi alla remunerazione del personale coinvolto nella fornitura di servizi e attività di investimento e accessori, o nella vendita o nella consulenza sui depositi strutturati ai clienti, tenuto conto dei nuovi requisiti previsti dalla Mifid II.

Requisiti di marketing e comunicazioni di marketing ai sensi del regolamento sulla distribuzione transfrontaliera dei fondi

Il report dell'ESMA fornisce una panoramica dei requisiti di commercializzazione di cui all’arti. 5, paragrafo 1, del Regolamento in tutti gli Stati membri e contiene un’analisi degli effetti delle disposizioni legislative, regolamentari e amministrative nazionali che disciplinano le comunicazioni di marketing basate anche sulle informazioni ricevute dalle autorità nazionali competenti.

Orientamenti di vigilanza Banca d’Italia e CONSOB sulle Società di Investimento Semplice - SiS

Banca d'Italia e CONSOB hanno pubblicato gli “Orientamenti di vigilanza Banca d’Italia e CONSOB sulle Società di Investimento Semplice - SiS”. Il documento ha l'obiettivo di favorire l’uniforme e corretta applicazione della nuova disciplina delle Società di investimento semplice (SiS).

 

Carte e pagamenti

Linee guida sugli strumenti di pagamento a spendibilità limitata

L'EBA ha avviato una consultazione sulle Linee Guida per definire gli strumenti di pagamento a spendibilità limitata (limited network) in quanto esclusi dall'applicazione della PSD2. La scadenza è il 15 ottobre 2021.

Disposizioni di recepimento dell'articolo 106 della direttiva 2015/2366/UE (PSD2)

Le disposizioni della Banca d'Italia si applicano ai contratti quadro relativi a servizi di pagamento e alle operazioni di pagamento, anche se queste non rientrano in un contratto quadro, quando i servizi sono offerti in Italia dagli intermediari. Gli intermediari devono pubblicare sul proprio sito internet l’opuscolo realizzato dalla Commissione europea sui diritti dei consumatori nell’ambito dei servizi di pagamento. Tali disposizioni possono non essere applicate, in tutto o in parte, se il cliente non è un consumatore, né una micro-impresa.

Regolamento (UE) 2021/1230 del Parlamento europeo e del Consiglio del 14 luglio 2021 relativo ai pagamenti transfrontalieri nell’Unione

È stato pubblicato il Regolamento (UE) 2021/1230 del Parlamento europeo e del Consiglio del 14 luglio 2021 relativo ai pagamenti transfrontalieri nell’Unione”. Al fine di evitare la frammentazione dei mercati dei pagamenti si chiede di applicare il principio della parità delle commissioni. A tale scopo, per ogni categoria di operazione di pagamento transfrontaliero è necessario individuare un pagamento nazionale con caratteristiche uguali o molto simili a quelle del pagamento transfrontaliero.

Si chiede, inoltre, che siano allineate le commissioni applicate sui pagamenti transfrontalieri in euro effettuati nell’Unione a quelle praticate per i corrispondenti pagamenti nazionali effettuati nella valuta nazionale dello Stato membro in cui è situato il prestatore di servizi di pagamento dell’utilizzatore di servizi di pagamento.

Il Regolamento entra in vigore il ventesimo giorno successivo alla pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea. Esso è obbligatorio in tutti i suoi elementi e direttamente applicabile in ciascuno degli Stati membri.

Servizi assicurativi

Autovalutazione dei rischi di riciclaggio e di finanziamento del terrorismo

Le imprese di assicurazione italiane e le sedi secondarie in Italia di imprese con sede nella UE / SEE che operano nei rami vita, saranno tenute ad effettuare annualmente un’autovalutazione dei rischi di riciclaggio e di finanziamento del terrorismo cui sono esposte sulla base della metodologia ivi definita. Queste sono tenute a trasmettere ad IVASS le informazioni contenute nell'apposito foglio elettronico da essa fornito entro il 30 settembre 2021.

Le imprese di assicurazione estere che operano in Italia in LPS nei rami vita, sono tenute annualmente a trasmettere informazioni sull’attività assicurativa svolta in Italia nei rami vita in regime di libera prestazione di servizi, con lo scopo di consentire ad IVASS di valutare i rischi di riciclaggio di denaro e di finanziamento del terrorismo insiti nella distribuzione assicurativa. Le informazioni dovranno essere fornite attraverso l'apposito foglio elettronico da essa fornito entro il 30 settembre 2021.


Privacy

FAQ in materia di accreditamento e certificazione ai sensi del GDPR

Il Garante per la Protezione dei Dati Personali ed Accredia - nte unico nazionale di accreditamento degli organismi di certificazione (OdC) - hanno pubblicato delle FAQ su aspetti generali riguardanti le attività di certificazione e accreditamento previste dal Regolamento Ue sul trattamento dei dati.

Linee guida cookie e altri strumenti di tracciamento

Il Garante ha approvato le nuove Linee guida sui cookie con l’obiettivo di rafforzare il potere di decisione degli utenti riguardo all’uso dei loro dati personali quando navigano online. I titolari dei siti avranno 6 mesi di tempo per conformarsi.


Antiriciclaggio

Guida per la valutazione e mitigazione del rischio di finanziamento della proliferazione

Il FATF (o GAFI) ha rivisto i criteri peri identificare, valutare, comprendere e mitigare il rischio di finanziamento della proliferazione. Il rischio di finanziamento della proliferazione è la potenziale violazione delle sanzioni finanziarie mirate adottate con risoluzione del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, al fine di contrastare la proliferazione delle armi di distruzione di massa e il relativo finanziamento.

Riciclaggio dei proventi di crimini ambientali

Questo rapporto GAFI identifica i metodi che i criminali utilizzano per riciclare i proventi dei crimini ambientali, ma anche strumenti che i governi e il settore privato possono applicare per interrompere questa attività.

 

ICT, tecnologia e cybersicurezza

Al via il Comitato FinTech e la Sandbox regolamentare per la digitalizzazione dei servizi finanziari del Paese

Banca d’Italia, Consob, IVASS e Ministero dell’Economia e delle Finanze hanno pubblicato un Comunicato stampa congiunto dal titolo “Al via il Comitato FinTech e la sandbox regolamentare per la digitalizzazione dei servizi finanziari del Paese”.

Per accedere alla sperimentazione, gli operatori dovranno presentare all’autorità di vigilanza competente per materia progetti relativi a servizi, prodotti o processi innovativi nel settore bancario, finanziario o assicurativo e che arrecano benefici per gli utenti finali o contribuiscono all’efficienza del mercato. I progetti dovranno essere in uno stato sufficientemente avanzato per la sperimentazione e sostenibili da un punto di vista economico e finanziario.

Risultanze dallo SREP IT Risk Questionnaire del 2020

Il report della BCE evidenzia analisi e osservazioni derivanti dagli esercizi di SREP con riguardo agli aspetti di rischio informatico.


Altro

Nuove linee guida EBA in materia di politiche di remunerazione

Pubblicate dall'EBA le nuove linee guida in materia di politiche di remunerazione degli enti che tiene conto delle modifiche introdotte dalla quinta Direttiva sui requisiti patrimoniali (CRD V). In particolare sono introdotti requisiti per assicurare una politica di retribuzione neutra rispetto al genere. Sono anche state riviste le sezioni relative al trattamento di fine rapporto e al premio di ritenzione.

Linee guida EBA/ESMA sul funzionamento dell’organo di gestione

Le linee guida congiunte di EBA ed ESMA vogliono porre rimedio alle carenze individuate durante la crisi finanziaria in merito al funzionamento dell’organo di gestione e dei suoi membri. Si applicano a tutte le istituzioni richiedendo di valutare i propri membri dell’organo di gestione. Per le istituzioni CRD significative, le autorità competenti dovrebbero valutare i capi delle funzioni di controllo interno e del Chief Financial Officer (CFO), ove non siano membri dell’organo di amministrazione.

Comunicato ACF sull’attività del primo semestre 2021

Comunicato dell'ACF che ne evidenzia l'attività nel primo semestre del 2021, indica che l’area dell’informativa propedeutica all’investimento, è l’area in cui si annidano le maggiori criticità nei rapporti tra investitori retail e intermediari, ricorda che dal 1° ottobre prossimo entreranno in vigore le modifiche al regolamento ACF.

Guida metodologica dell’EBA sul “mystery shopping”

EBA ha pubblicato la Guida “The EBA methodological guide to mystery shopping”. La Guida espone in sette fasi come possono essere concepite e svolte le attività degli Stati membri da parte delle Autorità Nazionali Competenti.