Infografica investimenti italiani in Cina 2017

 

Secondo uno studio elaborato dall’ambasciata d’Italia-Cina, da cui è tratta l'infografica, la Cina continua a rappresentare per l'Italia un partner particolarmente importante per quanto riguarda sia l'export sia l'import. A livello europeo è il quarto paese, sia tra i paesi esportatori sia tra quelli importatori.

Il Made in Italy esercita una forte attrazione. Questo vale sia per il lifestyle, quindi il settore moda e lusso e il food sia per il settore industriale, in tutti i suoi comparti, con riferimento al quale il know produttivo italiano è particolarmente apprezzato, perché sinonimo di affidabilità e precisione. Le opportunità sono enormi: il mercato è in forte espansione, anche se non cresce più a doppia cifra, e le previsioni sono che continui a farlo, consolidandosi come la seconda economia del mondo, presto destinata a diventare la prima.

Alla base della crescita ci sono la forte urbanizzazione: oltre a Pechino, Shanghai e Canton, le città di seconda e terza fascia contano 20 metropoli, ciascuna con 7-10 milioni di abitanti, oltre a numerose altre aree urbane da 3-5 milioni di abitanti. A questo enorme sviluppo si accompagna la crescita del potere di acquisto della classe media. I consumi interni sono fortemente stimolati ma la classe media è più orientata ad acquistare i prodotti di alta qualità e qui il Made in Italy può fare la differenza.

Il processo di internazionalizzazione delle imprese italiane in Cina deve, però, raggiungere rapidamente la fase più avanzata e più strutturale. Per poter cogliere le opportunità offerte dal mercato è, infatti, necessario avere una presenza locale. Soltanto in questo modo è possibile intercettare la richiesta di prodotti di consumo o di beni strumentali. E soltanto in questo modo è possibile muoversi in un mercato che, nonostante le enormi aperture e la modernizzazione avanzata, continua a presentare caratteristiche peculiari che richiedono un'ottima conoscenza dello stesso, anche grazie al supporto di partner locali affidabili.

Il cinese è anche viaggiatore ed è un buon spender. Il turismo ha subito, negli anni scorsi, una flessione causata, a livello generale, dagli attacchi terroristici che hanno sconsigliato i tour operator e i viaggiatori individuali a venire nel nostro continente. C'è, tuttavia, un forte segnale di ripresa. Per quanto riguarda il nostro territorio, le mete più gettonate sono, ovviamente le città d'arte ma anche le città che più incarnano i simboli del Made in Italy, come Milano nonché i luoghi di mare, tra i quali le Cinque Terre hanno acquisito un ruolo primario.

 

China-Europe Business Group
Stai valutando un investimento in Cina? Scopri come possiamo aiutarti

Di opportunità e sfide nei rapporti tra Cina e paesi europei si è discusso il 10 maggio a Madrid durante il China - Europe: New Investment Opportunities Forum, a cui ha partecipato Paolo Besio.