GrowthIQ

Le imprese familiari: sette consigli per non sbagliare

Le imprese familiari costituiscono i due terzi di tutte le imprese nel mondo.

Incidono per il 70%-90% del PIL globale ogni anno. Ma nonostante il loro peso economico, sono soggette a un elevato tasso di insuccesso.

Di seguito sono elencati sette temi fondamentali di cui le imprese familiari dovrebbero tenere conto per sopravvivere nelle generazioni future.

1 Implementare strategie e politiche chiare

La mancanza di strutture e procedure formali è diffusa tra le imprese a conduzione familiare e troppo spesso il confine tra famiglia, proprietà e gestione è indefinito.

L’introduzione di una costituzione familiare scritta, che esponga chiaramente i valori e la visione della famiglia e che regoli i rapporti tra i membri e l’azienda, può risolvere eventuali conflitti e agevolare la preparazione del piano di successione.

2 Disporre di una solida corporate governance

Una buona governance è fondamentale per una sostenibilità a lungo termine di qualsiasi impresa e la creazione di un consiglio di amministrazione e di un consiglio familiare può garantire la longevità dell’azienda.

Le imprese dovrebbero inoltre considerare la redazione di un patto parasociale, per regolare il modo in cui i soci possono esercitare i propri diritti, e la nomina di un comitato consultivo o di consiglieri indipendenti, che possano aiutare ad adottare nuove prospettive. Una efficace supervisione contribuisce inoltre a evitare situazioni quali la difficoltà da parte delle vecchie generazioni a lasciare il controllo sulle decisioni più importanti, pur avendo teoricamente ceduto la gestione dell’azienda.

3 Adottare una comunicazione efficace

Una comunicazione inefficace può trasformare piccole divergenze in conflitti più importanti. Implementando una solida politica di comunicazione è possibile gestire al meglio potenziali situazioni di conflitto e, idealmente, adottare un approccio chiaro e onesto sia nella revisione delle performance sia nel dialogo con consulenti terzi (si veda punto sette) e con gli altri stakeholder.

4 Decidere una efficace pianificazione finanziaria

Un’altra insidia diffusa tra le imprese familiari è la mancanza di disciplina nell’utilizzo delle risorse finanziarie dell’azienda per spese personali. Inoltre, le politiche remunerative che tendono a premiare le relazioni familiari anziché le capacità o le prestazioni possono avere un effetto negativo sulla motivazione e sulla fidelizzazione dei dipendenti.

Per implementare un controllo finanziario efficace è necessario anche dare importanza alla pianificazione e al monitoraggio del budget, al controllo del rischio e alla gestione dei costi.

5 Avere una visione e una pianificazione strategiche

Non sorprende che l’assenza di una pianificazione strategica impatti negativamente sulla durata della vita di qualsiasi azienda. Le imprese dovrebbero preferibilmente pianificare “quando, non se” qualcosa potrà accadere, così da non trovarsi impreparati in caso di eventi imprevisti. Le imprese familiari, poi, sono solitamente più attente all’andamento presente dell’azienda e, pertanto, restie a oltrepassare la propria “zona di sicurezza”.

6 Essere in grado di gestire il talento

Scegliere la persona più adatta per la conduzione futura dell’azienda è probabilmente la decisione più importante di un’impresa familiare durante tutto il suo ciclo di vita. Occorre identificare e coltivare il talento imprenditoriale sin dalla più giovane età. Allo stesso modo, è importante evitare di forzare i figli a entrare in azienda se questi non vogliono.

7 Affidarsi alla consulenza esterna

Nelle imprese familiari accade spesso che questioni delicate generino conflitti e disaccordi. Chiedere una consulenza a una terza parte indipendente può aiutare in questo senso, facilitando la discussione aperta circa argomenti che coinvolgono la sfera emotiva, come la successione o le diverse opinioni sulla direzione dell’azienda. 

Anche altre questioni come gli adempimenti normativi, la corporate governance e la pianificazione finanziaria richiedono sempre di più il ricorso a una consulenza esterna.

Conclusioni: le imprese familiari possono avere successo nel lungo periodo

L’obiettivo generale delle imprese familiari è quello di gestire l’azienda senza complicazioni ed estendere la sua vita fino alla seconda e terza generazione, se non oltre. A tal fine, è fondamentale porre in essere procedure formali, avere una visione a lungo termine ed essere consapevoli dei rischi.