La gestione del transfer pricing come gestione del rischio fiscale

I prezzi di trasferimento sono oggi la tematica più rilevante e delicata, dal punto di vista sia degli aspetti amministrativi e documentali sia degli aspetti sostanziali.

Il processo di internazionalizzazione delle imprese ha aumentato significativamente l’incidenza quantitativa e qualitativa delle operazioni intercompany.

I prezzi di trasferimento, ovvero i prezzi ai quali due o più società del gruppo operanti in diverse giurisdizioni si scambiano beni materiali, immateriali e servizi, anche di natura finanziaria, sono da sempre oggetto di attenzione da parte delle Amministrazioni Finanziarie.

Le profonde innovazioni intervenute a livello internazionale negli anni recenti, su impulso del G20 e dell’OCSE, conseguenti principalmente alla implementazione del progetto BEPS, da una parte e le attività di verifica sempre più intense, dall’altra, rendono i prezzi di trasferimento la tematica più rilevante e delicata nell’ambito della fiscalità dei gruppi.

I rischi sono sia fiscali, in termini di “costi addizionali” quali effetti economici e finanziari della doppia imposizione, sia sanzionatori e reputazionali.

La gestione proattiva dei prezzi di trasferimento ha come obiettivo la gestione del rischio fiscale, secondo le diverse possibili gradazioni.

Come possiamo assistervi

Grazie alla nostra consolidata esperienza possiamo supportare i gruppi,
italiani ed esteri, in tutte le fasi in cui essi avvertono una esigenza di intervento:

  • definizione della policy di transfer pricing
  • implementazione della policy di transfer pricing
  • preparazione della documentazione
  • gestione dei rapporti con le Amministrazioni Finanziarie
  • Assistenza in verifica e nel contenzioso

Contattateci

Per scoprire di più sui nostri servizi Transfer Pricing, contattate Paolo Besio.