NF 3/2018 - Accounting & Audit

L'Organismo Italiano di Contabilità (OIC) ha aggiornato i principi contabili nazionali sulla base delle disposizione contenute nel D.Lgs. n. 139/2015.

In particolare, con l’adozione del suindicato decreto legislativo, è stata apportata una modifica agli articoli 2423 e 2423-bis del Codice civile, che ha reso necessaria la revisione tra gli altri del principio contabile OIC 11.

Tale principio definisce l’obiettivo del bilancio e descrive le regole generali che devono essere adottate dal redattore al fine di dare un’informativa economico finanziaria chiara, veritiera e corretta.

La precedente edizione del principio era stata pubblicata nel maggio 2005 ed aggiornava la versione del gennaio 1994.

La nuova versione, pubblicata nella sua versione definitiva il 22 marzo 2018, introduce due aspetti di assoluta novità che riguardano la rappresentazione sostanziale riferita alla sostanza dell’operazione o del contratto (articolo 2423-bis del Codice civile) e la rilevanza (articolo 2423 del Codice civile).

La sostituzione del postulato “Prevalenza degli aspetti sostanziali su quelli formali” con il nuovo “Rappresentazione sostanziale (sostanza dell’operazione o del contratto)”, richiede al redattore del bilancio di effettuare l’individuazione dei diritti, degli obblighi e delle condizioni ricavabili dai termini contrattuali delle transazioni e confrontarle con le disposizione dei principi contabili per verificare la corretta iscrizione o cancellazione di elementi patrimoniali o economici.

L’altro elemento di novità è l’analisi del postulato della “rilevanza”.

Un’informazione viene definita come rilevante quando la sua omissione o errata indicazione potrebbe ragionevolmente influenzare le decisioni prese dai destinatari primari dell’informazione di bilancio sulla base del bilancio della società.

Il comma 4 dell’articolo 2423 del Codice civile prevede che non è necessario rispettare gli obblighi di rilevazione, valutazioni, presentazione e informativa quando la loro osservanza abbia effetti irrilevanti ai fini della rappresentazione veritiera e corretta.

Il nuovo OIC 11 definisce, così come il precedente i seguenti postulati di bilancio:

  • prudenza; prospettiva della continuità aziendale;
  • rappresentazione sostanziale;
  • competenza;
  • costanza nei criteri di valutazione;
  • rilevanza;
  • comparabilità;
  • neutralità.

Particolare significato assume il postulato della “continuità”, sempre più rilevante in sede di revisione e controllo dei bilanci.

I principi contabili nazionali forniscono, in via esemplificativa e non esaustiva, alcune fattispecie dei casi in cui è possibile derogare ad una regola contabile, sempreché dalla deroga derivano effetti irrilevanti.

È il caso, ad esempio, di una società tenuta all’applicazione del criterio del costo ammortizzato. In effetti la società può decidere di non utilizzarlo per i crediti o debiti con scadenza inferiore ai 12 mesi o di non attualizzare un credito o un debito nel caso in cui il tasso di interesse desumibile dalle condizioni contrattuali non sia significativamente diverso dal tasso di interesse di mercato.