IVA

Rimborsi IVA e investimenti "Industria 4.0"

Simonetta La Grutta Simonetta La Grutta

Con le misure degli artt. 30 e 38-bis del DPR 633/72 si potrebbe attenuare l’aggravio finanziario e favorire le agevolazioni previste dal Ddl. di bilancio.

Il disegno di legge di bilancio per il prossimo anno, nel solco della strategia “Industria 4.0”, rinnova per il 2017 le disposizioni che consentono i super-ammortamenti e introduce gli iper-ammortamenti per alcuni specifici beni strumentali, al fine di favorire il rinnovamento tecnologico delle imprese italiane, la competitività delle stesse sui mercati nazionali e internazionali e, più in generale, la ripresa economica.

Nella stessa ottica devono leggersi le modifiche proposte in tema di credito d’imposta riconosciuto per le spese incrementative relative ai costi di ricerca e sviluppo di cui all’art. 3 del DL 145/2013.

Secondo le attuali intenzioni, il beneficio, a partire dal 2017 e fino al 2020, dovrebbe essere riconosciuto nella misura del 50% di tutte le spese agevolabili sostenute, senza alcuna distinzione di tipologia. Inoltre, l’importo massimo del credito d’imposta dovrebbe passare dagli attuali cinque milioni annui a 20 milioni annui.

 

Si ringrazia Eutekne per la gentile concessione dell'articolo.

Leggi l'articolo
Download PDF [ 69 kb ]