Advisory

Incentivare il risparmio d’energia stimolerà il PIL

Stefano Salvadeo Stefano Salvadeo

La Legge Finanziaria 2016 contiene una norma, poco pubblicizzata finora, che potrebbe comportare importanti benefici per la riqualificazione energetica degli immobili in Italia. Ci riferiamo alla possibilità di cedere, per chi ha un reddito basso e non fruisce di sconti fiscali, la detrazione al 65% all’impresa che esegue lavori di risparmio energetico su parti comuni di edifici residenziali. Questa norma, di per sé semplice e a costo zero per lo Stato, permetterà nei condomini di superare l’ostacolo posto dai non favorevoli alle opere volte a migliorare l’efficienza energetica non potendo recuperare, con la propria dichiarazione, il credito d’imposta. Qualsiasi misura atta a ridurre l’assorbimento di energia degli edifici va vista con favore perché può aiutare a raggiungere gli obiettivi fissati dalla conferenza di Parigi e più in generale a ridurre l’inquinamento in Italia.


Download PDF [ 46 kb ]