IBR Global economy in 2017

Cresce l’ottimismo globale, in Italia clima ancora incerto

I dati dell’ultimo International Business Report mostrano che la maggior parte delle imprese a livello mondiale ha iniziato il 2017 in un clima di ottimismo. Tutto ciò è particolarmente evidente tra le imprese delle principali economie mondiali, inclusi Stati Uniti e Cina.

Globalmente il livello di ottimismo a fine 2016 si attestava al 38%, 5 punti percentuali in più rispetto al trimestre precedente. Allo stesso modo, la percentuale di imprese a livello globale che prevedeva un incremento dei ricavi nel 2017 ha raggiunto nell’ultimo trimestre dello scorso anno la percentuale più alta nell’ultimo biennio.

Per quanto riguarda la situazione italiana, l’ottimismo è calato di 14 punti percentuali rispetto al trimestre precedente attestandosi al 12%. Il dato riflette il clima di incertezza politica degli ultimi mesi del 2016, tuttavia gli indicatori dell’andamento economico hanno fatto registrare incrementi significativi, con previsioni su ricavi (52%, in crescita di 4 punti percentuali rispetto al trimestre precedente), redditività (48%, in crescita di 16 punti) e export (28%, in crescita di 16 punti) tutti in crescita.

L’IBR si basa su oltre 10.000 interviste con imprenditori e manager, nonché su dati economici previsionali internazionali. Il presente report analizza i fattori di crescita e i possibili ostacoli che le imprese dinamiche si troveranno ad affrontare nei prossimi 12 mesi, tra cui l’incertezza economica, la crescita delle esportazioni e la propensione delle imprese a reinvestire.

  • A livello globale l’ottimismo delle imprese nell’ultimo trimestre 2016 si attestava a 38%, con un aumento di 5 punti percentuali rispetto al trimestre precedente e ai massimi dal 3 trimestre 2015. Negli USA l’ottimismo è salito dal 43% al 54% - trend che si ritrova in molti paesi.
  • L’ottimismo delle imprese è risalito a 34% nell’UE, con incremento di 6 punti percentuali rispetto al trimestre precedente, ma dato ancor più significativo è l’aumento di 10 punti percentuali fatto registrare dall’Eurozona, ora al 37%.
  • La crescita dell’ottimismo è sostenuta da indicatori forti: a livello mondiale la percentuale di imprese che prevede un aumento dei ricavi nel 2017 è cresciuta di 5 punti percentuali toccando quota 50% - il risultato migliore negli ultimi 2 anni.
  • Il paese più pessimista a livello mondiale è il Messico, con un calo dell’8% nell’ultimo trimestre 2016 - il risultato trimestrale più basso registrato. Tra i paesi pessimisti anche le imprese nelle economie sviluppate APAC, scese da -8% a -16%.
IBR
Global economy in 2017 Leggi il report
Intervista Ottimismo in economia nonostante Brexit Alessandro Dragonetti commenta i dati dell'IBR