IVA

Ampliamento degli edifici soggetti a reverse charge

Simonetta La Grutta Simonetta La Grutta

In occasione del question time del 10 marzo in Commissione Finanze della Camera, con risposta all’interrogazione n. 5-08065, è stato chiarito che le disposizioni di cui all’art. 17, comma 6, lett. a-ter) del DPR 633/72, che prevedono l’applicazione dell’IVA con il meccanismo dell’inversione contabile, sono riferibili all’attività dell’impresa che effettua lavori di opere murarie nell’ambito di un ampliamento di un edificio. Come si ricorderà, la citata norma, a partire dal 2015, ha esteso l’obbligo del reverse charge alle prestazioni di servizi di pulizia, di demolizione, di installazione di impianti e di completamento relative ad edifici.

 

Si ringrazia Eutekne per la gentile concessione dell’articolo.

Generic illustration
Download PDF [ 64 kb ]