Intervista

Giuseppe Bernoni commenta il provvedimento di Pace Fiscale

Giuseppe Bernoni è stato intervistato da L’Economia del Corriere della Sera sulla pace fiscale voluta dal nuovo governo, che ha acceso polemiche e dibattiti tra i professionisti del settore.

Bernoni commenta: “Da più di 50 anni abbiamo visto tutti i governi usare i condoni fiscali. Tutti, e sottolineo tutti, hanno promesso dopo un condono fiscale mari e monti e che avrebbero cambiato la struttura del Fisco, riallacciando il rapporto con contribuenti attraverso la ‘pace fiscale’. Il problema è che, poi, è molto difficile mantenere queste promesse.

Tutta la struttura del Fisco va assolutamente ripensata. La prima cosa da fare è la riduzione delle imposte. Infatti, applicarla toglie l’alibi morale a coloro che le evadono. Noi paghiamo molto di più in Italia che non all’estero. Quello che manca più di tutto, del resto, è la chiarezza. Ovvero, mancano poche leggi ma chiare: serve un testo unico che contenga regole valide per un periodo sufficientemente ampio da garantire serenità, senza cambiamenti continui: quella sarebbe la vera ‘pace’ dei contribuenti”.

Leggi l'articolo Voluntary, classico o tombale: tutti i condoni possibili - cover articolo
Download PDF [ 137 kb ]