Nazioni Unite

Giornata Internazionale delle Donne nella Scienza

Simonetta La Grutta Simonetta La Grutta

Ieri si è celebrata l’annuale Giornata Internazionale delle Donne e delle Ragazze nella Scienza, proclamata dall'Assemblea Generale delle Nazioni Unite nel 2015.

L’iniziativa rientra nel novero delle azioni volte ad assicurare l’accesso paritario per le donne e le ragazze all’educazione nelle discipline scientifiche, tecnologiche, ingegneristiche e matematiche, nonché alle attività di training e ricerca.

Più in generale, lo scopo è l’ottenimento della parità di genere e dell’empowerment femminile, posto che l’ONU ha riaffermato il ruolo fondamentale di donne e ragazze nel raggiungimento dello sviluppo sostenibile. Tale scopo può essere conseguito solo garantendo la loro effettiva partecipazione alle definizione delle politiche e dei programmi di sviluppo sostenibile, nonché l’esercizio del pieno potere decisionale.

Secondo uno studio, riportato dalle Nazioni Unite, condotto in 14 paesi, "le probabilità per le studentesse di laurearsi, di conseguire un master o un dottorato in discipline scientifiche sono rispettivamente del 18%, 8% e 2%, mentre per gli studenti la percentuale è del 37%, 18% e 6%".

Da questi dati emerge come la realizzazione del progetto “Transforming our world: the 2030 Agenda for Sustainable Development” - di cui fa parte l'iniziativa di ieri – sia ancora in divenire. L’ambizioso progetto prevede che i paesi aderenti si mobilitino per porre fine ad ogni forma di povertà, per combattere le disuguaglianze e per far fronte ai cambiamenti climatici, garantendo che tutti gli attori coinvolti tengano il passo.

I principi enunciati coincidono con quelli che ispirano e guidano da sempre la definizione e l'attuazione delle strategie di Bernoni Grant Thornton: nel 1961, quando il Socio fondatore iniziò l’attività professionale insieme ad una Socia, come oggi, quando – facendo leva sulle nuove tecnologie – si agisce per assicurare un work/life balance sostenibile alle donne.