VAT

Detrazione IVA su beni altrui

La detrazione, unitamente al connesso meccanismo della rivalsa, costituisce uno dei cardini su cui si fonda il sistema dell’IVA ed è sostanzialmente diretta a realizzare la neutralità dell’imposta. Diventa, perciò, necessario individuare correttamente quando una spesa sostenuta da un soggetto passivo consenta legittimamente il diritto alla detrazione.

Sulla tematica sia la Commissione UE che la Corte di Giustizia UE hanno spesso focalizzato l’attenzione nell’ottica di consentire il corretto rispetto dei principi base dell’IVA.

Nell’ordinamento fiscale italiano si è cercato di valorizzare la possibilità di effettuare la detrazione anche su beni non di proprietà, qualora questi stessi beni consentano al soggetto passivo di effettuare a valle operazioni alle quali risulti applicabile l’IVA.

In sostanza, il diritto alla detrazione dell’imposta assolta a monte è riconosciuto in presenza di un nesso diretto e immediato con le attività svolte dall’operatore economico ed in questo alveo si incardina la sentenza della Corte di Giustizia UE del 14 settembre 2017, relativa alla causa C-132/16, caso Iberdrola.

 

Per ulteriori informazioni contattate Mario Spera.

Leggi l'articolo Articolo Il Fisco "Detrazione IVA sui beni altrui"
Download PDF [ 198 kb ]